News 

DB Legends: panoramica della storia e dei tre personaggi originali dal sito ufficiale

Seguendo la recentemente conclusasi Closed Beta e le ultime indiscrezioni giunte dal mensile V-Jump, il sito ufficiale dell’ora in sviluppo videogame mobile “Dragon Ball Legends” è stato aggiornato con una panoramica di presentazione per la Modalità Storia e i tre personaggi originali che ne saranno protagonisti.

Questa panoramica va generalmente a riproporre quanto anticipato da V-Jump, ma grazie ad essa possiamo non solo confermare gli adattamenti dei nomi che verranno utilizzati nella conversione occidentale del gioco, ma anche vedere una visuale in alta definizione dei character design realizzati dal maestro Akira Toriyama.

 

MODALITA’ STORIA

Come già sappiamo, la Modalità Storia di Legends si dividerà in due storyline principali: una classica e una storia originale. La Storyline “Classica”, chiamata Event Mode, permetterà di rivivere la storia del manga e dell’anime di Dragon Ball. La Storyline Originale offrirà, invece, una trama totalmente inedita sita un po’ di tempo dopo il Torneo del Potere della serie animata di Dragon Ball Super.

Basandoci sulle informazioni al momento note e ora riconfermate dal sito ufficiale, la pace del Settimo Universo verrà minacciata dall’improvvisa comparsa di una distorsione spazio-temporale dalla quale usciranno guerrieri provenienti da diverse linee temporali. Tale distorsione è stata causata da qualcuno che ha indetto un Torneo di Arti Marziali tra i guerrieri di ogni epoca per decidere chi, tra loro, è il più forte: il Torneo del Tempo. Alla competizione prenderanno parte nemici ed eroi del passato, del presente, del futuro e di linee temporali alternative. Tra questi faranno la loro comparsa anche i tre personaggi originali: il Saiyan Shallot, un misterioso Uomo Incappucciato e lo spadaccino Zahha.

 

SHALLOT

Shallot è il Saiyan che affianca Goku nella visual art di gioco. Primo guerriero originale a fare la sua comparsa dalla distorsione temporale e a interagire con i Guerrieri Z del presente, Shallot non riuscirà a ricordare come sia finito nella “nostra” linea temporale” o cosa stesse facendo prima di comparire in quel luogo. Unica sua sicurezza sono il suo nome e le sue origini Saiyan. Seguendo la traduzione del gioco di parole sulle verdure che accomuna i Saiyan puri, il nome, Esharotto (エシャロット) in giapponese, viene dal termine inglese Shallot, Scalogno, una pianta con origine e caratteristiche simili alla Cipolla. Il suo personaggio ci è stato descritto come un Saiyan “di tanto tempo fa” che così come tutti i Saiyan della sua linea temporale indossa un’armatura in pelle.

A dargli voce nell’audio giapponese è Kenji Akabane, voce di Guido Mista ne Le Bizzarre Avventure di Jojo, Xiahou Ba in Dynasty Warriors, Kōji Kabuto in Mazinger Edition Z The Impact, Shiryu in Saint Seya Legend of Sanctuary. In Dragon Ball lo abbiamo sentito per lo più in ruoli secondari, come uno dei giornalisti nel primo episodio di Dragon Ball Super, Ikose e comparse minori in Dragon Ball Kai, e un Saiyan nell’OAV Piano per lo Sterminio del Super Saiyan. Nell’audio inglese sarà invece interpretato da Alejandro Saab, rinomato come Naomasa Tsukauchi in My Hero Academia, Takashi Yamazaki in Card Captor Sakura, Drake in Fairy Tail e Uno in Nanbaka. In Dragon Ball ha avuto piccolissimi ruoli secondari su personaggi di sfondo. Questo sarà il suo primo importante ruolo nel franchise.

Character design e illustrazione di Akira Toriyama

 

UOMO INCAPPUCCIATO

L’Uomo Incappucciato non ha ancora un nome, ma viene descritto come un guerriero che viaggia lasciando dietro di sé una scia di distruzione. Maschera la sua identità con un cappuccio rosso, ma sotto il cappotto che indossa possiamo notare un’armatura in alcuni elementi molto simile a quella di Shallot. Possibile che sia anche lui un Saiyan del passato?

Per il momento possiamo solo anticiparne il doppiatore giapponese: Kenji Nojima, voce di Mamoru Chiba / Tuxedo Kamen in Sailor Moon, il giovane Dio Brando in Le Bizzarre Avventure di Jojo Phantom Blood, Jade in Kinnikuman, Lu Xun in Dynasty Warriors, Yūto Kiba in High School DxD, Kenji Tomochika in Persona 3 e Nobuchika Ginoza in Psycho-Pass. Non conosciamo ancora il nome del doppiatore inglese.

Character design e illustrazione di Akira Toriyama

 

ZAHHA

Zahha (ザッハ) è un giovane spadaccino che combatte utilizzando due grandi spade. Dotato di poteri magici, proviene da “un luogo e un tempo distanti”. E’ un tipo calmo e riflessivo che, stando alle informazioni attuali, avrà modo di aiutare Shallot e gli altri eroi nel corso dell’avventura. L’ora confermato adattamento Zahha potrebbe essere un estratto da Zahhatorute (ザッハトルテ), ovvero la trascrizione giapponese per il tedesco Sachertorte, la Torta Sacher viennese al cioccolato con confettura di albicocche (o ciliege).

Il suo doppiatore giapponese sarà Ryutaro Okiayu, voce di Byakuya Kuchiki in Bleach, Akio Furukawa in Clannad, Berserker in Fate, Scar & Franz Heinel in Full Metal Alchemist, Kevin Mask in Kinnikuman, Chosokabe Motochika in Samurai Warriors 2, Gemini Saga e Gemini Kanon in Saint Seiya, Kevin Mask in Kinnikuman, Sima Shi in Dynasty Warriors… In Dragon Ball e in Dr Slump lo abbiamo ascoltato nei panni del Dr. Mashirito e Tsukutsun Tsun. Non conosciamo ancora il nome del doppiatore inglese.

 

Character design e illustrazione di Akira Toriyama

 

Tutti e tre i personaggi, con la loro storia, sono un’idea originale dello staff di produzione. Il maestro Akira Toriyama ha però partecipato alla loro creazione fornendo il character design.

 

Dragon Ball Legends viene sviluppato in cooperazione con Dimps, studio della serie videogame “Dragon Ball Xenoverse” e dell’arcade (esclusiva giapponese) “Dragon Ball Heroes” come un gioco mobile sviluppato per i sistemi smartphone iOS e Android sul modello di un multiplayer online PvP 1 contro 1, ovvero giocatore contro giocatore, in tempo reale. La release è stata indicata per l’Estate 2018 in ben 52 Paesi, tra cui l’Italia, completamente tradotto in inglese, francese, tedesco, cinese tradizionale e coreano con doppiaggio giapponese e inglese. Il titolo utilizzerà come host il Cloud Network di Google, pertanto permetterà ai giocatori di tutto il mondo di collegarsi e sfidarsi tra loro, a dispetto di quanta distanza possa separarli! Il sito ufficiale e il profilo Twitter collegato sono già aperti. Entrambi sono disponibili sia in lingua giapponese (sito ufficiale – Twitter) che in lingua inglese (sito ufficiale – Twitter). Accessibile è anche una pagina ufficiale Facebook inglese. Al momento sono aperte le pre-registrazioni, disponibili su Google Play e App Store.

 

Fonte:

SITO UFFICIALE ENG FIGHTERZ – TWITTER ENG DB LEGENDS

Related posts