News 

Dragon Ball Official Site: “Toyotarō lo ha disegnato” #35 – Ottobre 2020

Come ogni mese, il maestro Toyotarō offre la sua matita per lo speciale progetto “Toyotarō lo ha disegnato!” (とよたろうが描いてみた!) del Dragon Ball Official Site: il sito ufficiale gestito da Shueisha al fine di raccogliere tutte le ultime, principali novità riguardo il Dragon World in Giappone.

Proseguendo la rubrica degli Artwork Mensili di personaggi non comparsi nel manga della serie Dragon Ball Super, per l’Ottobre 2020 il maestro si sofferma su un personaggio decisamente a tema in questo periodo di Halloween: Mummia-kun (ミイラくん), vera mummia di un uomo morto migliaia di anni fa e “oggi” guerriero per la Sibilla Baba che ha affrontato Goku e i suoi amici nel breve “Torneo dei cinque guerrieri” conclusivo dell’Arco del Red Ribbon.

 

Mummia-kun
Adoro il fatto che, con quella faccia, venga chiamato col suffisso “Kun”. E’ stato difficile disegnare tutte quelle bende, ma direi che sarebbe ancora più faticoso avvolgergliele [attorno al corpo, dal vivo].

Toyotarō

Kun (くん) è un suffisso generalmente utilizzato con persone il cui stato sociale è inferiore al proprio. Ha principale uso verso le persone di sesso maschile (in contesti come quello scolastico e lavorativo), ma vi sono anche casi in cui trova l’occasione di venir rivolto a donne e ragazze (un insegnante con le alunne o un superiore con le impiegate…). Spesso viene citato tra coetanei o persone di pari status sociale, esprimendo in questo contesto confidenza e intimità con l’interlocutore.

Un esempio lo troviamo proprio in Bulma, che da sempre si rivolge a Goku con l’appellativo “Son-Kun”. All’inizio rifletteva il fatto che Bulma era più grande di età rispetto a Goku e quindi in un certo senso “superiore” – il che rispecchia il carattere della Bulma ragazzina dell’epoca – ma poi, col passar del tempo e l’evolversi del loro rapporto d’amicizia, ha assunto una connotazione più affettuosa che però antepone sempre l’uso del cognome come forma di rispetto.

L’entrata in scena di Mummia-Kun, capitolo 101

La considerazione di Toyotarō preme proprio su questo: Mummia-Kun ci è stato presentato e mostrato come un guerriero forte e fisicamente possente; insomma, qualcuno di cui aver paura. Usare un onorifico che in qualche modo “riduce” l’importanza della prestanza di Mummia è un ironico contrasto alla sua figura.

Il nome di Mummia-Kun nasce dal diretto termine giapponese per mummia, Miira (ミイラ), a sua volta derivato dal portoghese Mirra: la sostanza che veniva usata per imbalsamare i cadaveri. Il suo debutto lo troviamo nel capitolo 101 del manga originale di Dragon Ball: “Il Water Diabolico” (悪魔の便所 Akuma no Benjo), in cui vediamo Yamcha affrontare Mummia-Kun combattendo in bilico sulle lingue di due demoniache statue costruire su un lago di acido; una stanza del palazzo di Baba definita “Water Diabolico”.

Visuale dall’alto del Water Diabolico, capitolo 101

Il Dragon Ball Official Site, come portale informativo ufficiale sul Dragon World, dà principale importanza alla sezione News, mettendo in primo piano le ultime e principali novità sul franchise in Giappone. Il sito si divide in aggiornamenti specifici per il manga, l’anime, le action figure, i gadget di miscellanea, le carte ufficiali, i videogame e gli eventi a tema. Presenti sono anche sezioni speciali, come la rubrica degli artwork mensili di Toyotarō di cui vi abbiamo appena parlato e il “Quasi tutte le opere di Akira Toriyama“, in cui quasi ogni giorno, per sole 24 ore, vengono pubblicate illustrazioni e materiale realizzati dal maestro Toriyama.

 

Fonte:

DRAGON BALL OFFICIAL SITE

Articoli correlati

Leave a Comment