News 

Dragon Ball Super: Coverage episodio 113

L’episodio 113 della serie animata di “Dragon Ball Super” è stato trasmesso questo 29 Ottobre 2017 nella fascia d’animazione mattutina Strong 9 dell’emittente televisiva giapponese FujiTV:「嬉々として!戦闘狂サイヤ人バトル再び!」, “Entusiasmo! Una nuova battaglia tra i maniaci del combattimento: i Saiyan!!”. L’episodio copre il “Torneo del Potere”, un Torneo di Arti Marziali organizzato dai Sommi Zen’oh che chiama sul campo di combattimento 8 dei 12 Universi di cui è formato il Mondo, ciascuno rappresentato da 10 guerrieri scelti. L’evento, però, nasconde un terribile segreto: gli Universi sconfitti verranno eliminati, immediatamente. Il Torneo non sarà una semplice sfida, ma una lotta per la propria sopravvivenza.

Trama base: spoiler presenti

La Saiyan Caulifla del Sesto Universo ha lanciato nuovamente il proprio guanto di sfida a Goku e ancora una volta per un combattimento uno contro uno (Kale, quindi, rimane in disparte come semplice spettatrice). La ragazza è furiosa per non essere riuscita a salvare Hit e Cabe dall’eliminazione, e ora non desidera altro che accrescere il proprio potere: Goku deve insegnarle come raggiungere il livello di Super Saiyan 3! Sorprendentemente, Goku accetta la scorbutica richiesta, ma solo a una condizione: “Prima devi sconfiggermi”. Caulifla accetta a sua volta la scommessa, ma non si trattiene dall’appuntare come l’avversario sia ancora in forma base, mentre lei è un Super Saiyan 2. Tranquillamente, Goku le spiega che è ancora stanco dal combattimento con Jiren.

Dagli spalti, Champa non si preoccupa del fair-play: quella è l’occasione perfetta per eliminare Goku e indebolire il Settimo Universo! Beerus gli si oppone direttamente, anche se non per una questione di numeri in campo: Goku è probabilmente l’unico in grado di sconfiggere Jiren! Dal canto suo, Champa trova inutile continuare a preoccuparsi del Pride Trooper. Il Torneo del Potere sarà vinto dall’Universo con più guerrieri in campo, no? All’Undicesimo Universo sono rimasti solo tre uomini, pertanto al Sesto Universo e ai suoi quattro combattenti basterà indebolire le altre file nemiche assicurandosi di non venir eliminati. Ciò significa che il vantaggio numerico del Settimo Universo (con sette guerrieri ancora in campo) deve venir meno.

Lo scontro tra Goku e Caulifla ha così inizio. La ragazza gli si avventa subito contro con un’incessante serie di attacchi corpo a corpo diretti che sembrano far arretrare Goku, ma in realtà nessuno dei suoi colpi sta andando a segno! Champa osserva sconcertato: i Super Saiyan dovrebbero essere ben più potenti di un Saiyan nella normale forma base. Com’è possibile che Caulifla non gli stai facendo danni? A rispondergli è un pacato Whis, che gli spiega la differenza tra un vero atleta di arti marziali (Goku) capace di analizzare il campo di battaglia e le mosse avversarie, e un semplice combattente (Caulifla) non avvezzo a questo tipo di movimenti e pensieri.

Preso coscienza dell’effettivo baratro che separa Caulifla e Goku, Champa urla alla sua guerriera di scappare. Caulifla non accetta la ritirata… e, anzi, si avventa nuovamente su Goku, riuscendo abilmente a sfruttare le mosse del nemico per colpirlo in pieno per la prima volta! Apparentemente, Caulifla sta cominciando a prendere la mano con lo schema di attacco di Goku e il combattimento tra i due sembra diventare man mano ben più equilibrato. Purtroppo per il Sesto Universo, però, si tratterà di una situazione momentanea, perché Goku lancerà una delle sue tecniche più iconiche: l’Immagine Residua. Non avendo mai dovuto affrontare una mossa simile, Caulifla si trova subito in evidente difficoltà e si fa prendere dalla rabbia: quella è una tecnica sleale! Il loro dovrebbe essere uno scontro faccia a faccia, non uno contro una tecnica strana!

Volontariamente, Goku la provoca dicendole che non potrà mai raggiungere il Super Saiyan 3 se non riuscirà a contrattaccare l’Immagine Residua. Champa è sempre più in ansia: “Vedi cosa succede quando non segui i miei ordini?”. Eppure, quello di Goku sembra essere tutto un piano a vantaggio del Sesto Universo. Più viene provocata, più Caulifla si impegna e si evolve nella battaglia, adattandosi di volta in volta ai movimenti dell’avversario. A poco a poco, si sta infatti abituando anche all’Immagine Residua, spingendo Goku a fare sempre di meglio a sua volta.

La capacità di Caulifla arriva anche agli spalti del Settimo Universo, dove Crilin e – soprattutto – Muten ne riconoscono il potenziale. Whis segue le loro considerazioni, supponendo che Caulifla abbia sempre avuto dentro di sé quelle capacità e che il combattimento con Goku le stia finalmente portando allo scoperto. Beerus è stizzito: non era lo stesso Whis che pochi secondi prima aveva detto che quella Saiyan era una semplice combattente e non certo una professionista delle arti marziali? Whis fa spallucce confuse. Champa si fa condizionare dalla situazione, cominciando improvvisamente a fare il tifo per la sua guerriera, seppur poco prima le avesse detto di scappare.

A quel punto, è Caulifla a provocare: “Non pensi che dovresti trasformarti, ora? Se continui così finirai per cadere fuori dal ring prima di riprendere tutte le tue forze”. Seguendo il consiglio, Goku concentra il suo Ki e raggiunge il Super Saiyan di Secondo Livello. Tale scelta non passa inosservata a Caulifla, che si aspettava un Super Saiyan di Terzo Livello, ma a quanto pare Goku non è ancora abbastanza in forze per quella forma.

Come ricomincia lo scontro, la forza di Goku mette subito in difficoltà Caulifla: è davvero quella la potenza del Super Saiyan 2 nemico? Questo nuovo divario, però, non la scoraggia e prontamente riesce a rispondere all’ultimo affondo subito con un Crush Cannon che prende l’avversario di sprovvista. Seppur colpito in pieno, Goku esce dall’attacco quasi illeso, ora pronto a dare ufficialmente il via al secondo round. Con gli Zen’oh che dai loro troni osservano estasiati lo scontro, Goku e Caulifla non risparmiano i rispettivi colpi. Gli spalti del Sesto Universo sono senza parole per la potenza di Caulifla e lo stesso Goku deve ammettere con ammirata sorpresa che la ragazza è già riuscita a prendere il pieno controllo del Super Saiyan di Secondo Livello.

I due Saiyan aumentano i rispettivi Ki. L’onda d’urto del loro potenziamento è tale da sbalzare i guerrieri vicini, come i poveri Catopersa del Terzo Universo e Zabuto del Secondo Universo. Gli stessi colpi sferrati creano delle onde d’urto capaci di distruggere i massi circostanti! Da spettatrice, Kale nota con entusiasmo che la sua “sorellona” si sta sinceramente divertendo.

Infine, Caulifla riesce finalmente a colpire Goku in pieno volto, lanciandolo con forza contro una roccia. Accusato con dolore il pugno, Goku si rialza complimentandosi con l’avversaria: potrà sicuramente raggiungere il Terzo Livello… se non perfino superarlo! Poi, sorprendentemente, per l’orrore di Beerus, si rivolge a Kale, chiedendole di partecipare alla loro battaglia: vuole sapere se anche lei nasconde lo stesso potenziale! Kale è terrorizzata all’idea di confrontarsi con un Saiyan della sua portata, ma Caulifla, entusiasta dalla prospettiva, la spinge a scendere in campo. Coinvolta dalle parole di incoraggiamento della sua amata sorellona, Kale trova così la fiducia che le serve e si trasforma subito nella forma “controllata” del suo Super Saiyan.

Il gioco di squadra tra Caulifla e Kale è praticamente perfetto. Insieme le due sono coordinate e Kale è l’ostruzione perfetta per permettere a Caulifla di sferrare un secondo Crush Cannon contro Goku, questa volta costretto ad ammettere di essersi fatto un po’ male. Dal canto suo, Caulifla specifica di aver apprezzato il loro scontro uno contro uno, ma giocare di squadra è davvero tutt’altra cosa. Sugli spalti del Settimo Universo Shin commenta preoccupato su come combattere due Super Saiyan contro uno sia stata una pessima idea, ma Crilin ha fiducia nell’amico: Goku è il tipo che si mette intenzionalmente in difficoltà per spingersi a dare il meglio di sé. In contrapposizione, l’entusiasmo di Champa per le sue due donne è decisamente chiassoso.

Sfortunatamente per lui, Goku non è un avversario che si lascia sconfiggere così facilmente. La sua è una resistenza ferrea; una resistenza con dei movimenti inusuali che fanno nascere in Muten un sospetto: possibile che stia utilizzando l’Ultra Istinto? Whis nega subito la possibilità: “L’Ultra Istinto è estremamente difficile da perfezionare, perfino per un Dio della Distruzione. Nemmeno il Signor Goku potrebbe riuscire a controllarlo così facilmente”. In quel momento i sensi di Goku sono stati semplicemente acuiti dagli attacchi combinati di Caulifla e Kale, ma non si tratta dell’Ultra Istinto.

Infatti, quei movimenti erano solo una risposta del corpo all’energia stessa di Goku, che sta pian piano tornando: quando Caulifla e Kale uniscono le loro onde di energia in un unico attacco, risponde involontariamente trasformandosi nel Super Saiyan di Terzo Livello! Inizialmente senza parole, Caulfla osserva la forma entusiasta, quasi tremando dall’emozione di vedere il Super Saiyan 3 dal vivo.

Tuttavia è un sogno che dura poco, perché Goku torna subito alla forma base: si era lasciato trasportare dalla battaglia e ha inavvertitamente innescato il Super Saiyan 3… solo che è ancora troppo debole per mantenere quello stadio. Mentre Caulifla si lamenta con Goku per quella “falsa comparsa”, Kale accoglie il gesto come una sorta di provocazione e, smaniosa di ottenere quel potere, comincia a caricare tutto il suo Ki e a potenziarsi. Dagli spalti del Sesto Universo Cabe cerca di fermarla urlandole del pericolo che corre, ma ogni sua parola andrà a vuoto. Come temeva il ragazzo, ciò che andrà a formarsi non sarà il Super Saiyan 3, bensì la forma “Berseker” di Kale! Sforzandosi per ampliare il suo potere, ne è stata posseduta! Il panico si apre di nuovo sull’Arena, ma Goku, di tutta risposta, sorride soddisfatto, pronto alla sua rivincita.

Mancano 22 minuti alla fine del Torneo del Potere.

Il prossimo appuntamento è previsto questa Domenica 5 Novembre 2017 con l’episodio 114: 「鬼気せまる!新たな超戦士の爆誕!!」, “Terrore! L’esplosiva nascita di un nuovo Super Guerriero!!.

“Dragon Ball Super” è la prima serie inedita di Dragon Ball in 18 anni. Midquel di Dragon Ball Z, si posiziona tra la sconfitta di Majin Bu e il 28° Torneo Mondiale di Arti Marziali, comprendo il cosiddetto “decennio perduto”, i dieci anni di storia mai descritti dalla serie originale. L’anime viene trasmesso su FujiTV al ritmo di un episodio a settimana, ogni Domenica mattina in Giappone.

 

Related posts

One Thought to “Dragon Ball Super: Coverage episodio 113”

  1. Nordlys

    Nella preview Goku l’ha definita ‘super saiyan leggendario’.

Comments are closed.