News 

Dragon Ball Super: coverage episodio 88

L’episodio 88 della serie animata di “Dragon Ball Super” è stato trasmesso questo 30 Aprile 2017 nella fascia d’animazione mattutina Strong 9 dell’emittente televisiva giapponese FujiTV:「ごころとピッコロ – 教師と生徒がトレーニングでマックスをクラッシュ!」, “Gohan e Piccolo: maestro e allievo si allenano oltre i loro limiti!“.

Trama base: spoiler presenti

Dopo essersi separato dal padre, diretto ai vari reclutamenti, Gohan ha raggiunto Piccolo. Il namecciano era già stato messo al corrente del Torneo del Potere dallo stesso Goku, che in confidenza gli aveva rivelato sia della minaccia di distruzione degli Universi che dell’attuale condizione di Gohan. L’Incontro Zen Dimostrativo ha provato che il ragazzo può tornare il guerriero di un tempo, ma ha bisogno della giusta guida per tornare in forma e al massimo della sua forza. Chi meglio di Piccolo può prepararlo a ciò?

Sotto una pioggia scrosciante, la durissima sessione d’allenamento ha quindi avuto il via. Gohan vi partecipa con determinazione, spronato dalle aspettative che il gruppo ripone su di lui e dal peso della responsabilità di proteggere la sua famiglia. I due guerrieri hanno tenuto da parte solo due Senzu, da usare unicamente alla sua conclusione. L’allenamento sarà una sfida per entrambi.

Nel frattempo, ad un’assolata Capsule Corporation Goten e Trunks sono nel pieno di un diverso tipo di sfida: cambiare il pannolino a Bra. Mentre Bulma è distratta a tessere via telefono le lodi sulla bellezza della sua secondogenita, Vegeta si fa avanti, impressionando i due ragazzini con le sue segrete abilità. Da parte, Beerus osserva la scena con una nota di nervosismo: come possono essere così rilassati con davanti a sé una minaccia di distruzione? Anche se è vero che nessuno di loro ne è al corrente… Anzi, se osasse dire qualcosa a Bulma, la donna comincerebbe a urlargli contro. Meglio tenere la bocca chiusa e godersi quei momenti, finché possono.

Dall’altra parte della città, Crilin e N.18 sono nel pieno di uno scontro amichevole d’allenamento; cosa che confonde non poco i vicini, al punto da definire le liti familiari “più violente di un tempo”. Il combattimento si conclude in breve con una decisa vittoria di N.18, che ottiene così la prerogativa dei 10 milioni di Zeni in palio al Torneo: li userà per comprare a Marron tutto ciò che vuole. La nuova macchina per gli allenamenti di Crilin dovrà aspettare…

Gohan e Piccolo proseguono la loro battaglia ma, nonostante l’entusiasmo, Gohan continua a venir sconfitto. Se continua così non riuscirà mai a ritrovare la forza di un tempo, figuriamoci superarla! Gohan, però, è deciso: deve proteggere la sua famiglia, ad ogni costo!
A quel punto, a Piccolo è chiaro il problema. Le sue parole sono dirette e forti: il desiderio di proteggere qualcuno può essere fonte di forza, ma renderlo il suo unico pensiero non fa che penalizzarlo in battaglia. Focalizzandosi solo sulla vittoria, non osserva più l’avversario e non può concentrarsi sul combattimento. Sul campo deve pensare al nemico, senza perdere la fiducia in se stesso. E Piccolo ripone la massima fiducia nel suo allievo.

 

Nell’Universo 6, Cabe è al comando di una navicella spaziale, in viaggio per i propri reclutamenti. Hit è forte, ma dubita che possa affrontare, da solo, 70 avversari in una Battle Royale. Il loro team, quindi, avrà bisogno di membri all’altezza e c’è solo un uomo che può aiutarli in quella situazione.
Atterrato su di un pianeta [il cui nome non viene specificato], Cabe si dirige verso la casa di Renso, il capitano della Squadra di Difesa del pianeta Sadala e suo maestro in passato (レンソウ Rensou, possibile gioco di parole su 菠薐草 Hourensou, tradotto come Spinaci). L’uomo non nasconde l’emozione e la felicità di ritrovare il suo allievo esprimendo elogi su elogi, essendo venuto a sapere che non solo è diventato la punta di diamante della Squadra di Difesa, ma nasconde anche un nuovo potere: il Super Saiyan! Approfittando della discussione piacevole, Cabe introduce il discorso del Torneo del Potere, chiedendo a Renso di partecipare come rappresentante del loro Universo. Tuttavia, l’uomo rifiuta: avrà anche l’esperienza che chiedono, ma a causa della sua gamba malandata si è ormai ritirato.

Se proprio insiste, però, potrebbe rivolgersi alla sua sorellina: Caulifla (カリフラ Karifura, evidente gioco di カリフラワー Karifuraa, ovvero Cavolfiore). Cabe ha dei dubbi, poiché non è mai riuscito ad andare propriamente d’accordo con la ragazza e non sa come comportarsi con lei. Renso, però, lo rassicura: Caulifla potrà essere rude, ma la sua potenza è ciò di cui l’Universo 6 ha bisogno.

Sulla Terra dell’Universo 7, il riscaldamento di Piccolo e Gohan è finito. I due ora dovranno fare sul serio, così che Piccolo possa evidenziare a Gohan le sue debolezze e aiutarlo a colmarle nel tempo rimasto. Se ci riuscirà, nulla potrà fermarli! Il combattimento comincia, ma è subito evidente un netto divario. Usando i suoi arti allungabili, Piccolo riesce facilmente a stringere la presa sul collo di Gohan, soffocandolo con forza. Sembra proprio che il namecciano non sia rimasto con le mani in mano in quegli anni mentre il ragazzo proseguiva la sua carriera accademica. E infatti, impossibilitato a liberarsi dalla stretta, Gohan sviene, perdendo il Super Saiyan e la sfida.

Rianimato da Piccolo, deve affrontare un lungo rimprovero: è forte, davvero forte, ma gli manca la mentalità del guerriero. Quando affrontò Majin Bu, il potere ottenuto dal rituale del Sommo Kaiohshin l’aveva inebriato, facendogli credere di essere invincibile; un’arroganza che gli ha fatto abbassare la guardia e l’ha portato all’inevitabile disfatta. Deve capire che in ogni situazione dovrà dare sempre il meglio di sé, sia mentalmente che fisicamente. Il primo passo per raggiungere questa perfezione sarà abbandonare il Super Saiyan e risvegliare ancora una volta il suo vero potere, lo stesso che usò contro Majin Bu.
Spronato dalle parole del maestro, Gohan richiama dentro di sé il Super Saiyan, lasciando che il suo ki evochi l’aura del potenziale sopito, della sua forma Suprema. Con un’esplosione che allontana le nuvole rischiarando il cielo, Mystic Gohan fa il suo ritorno.

Con nuovo entusiasmo, la sfida riprende. Piccolo richiama attorno a Gohan una serie di cloni, ma il ragazzo è pronto a reagire, eliminando man mano tutte le copie, fino a colpire direttamente Piccolo, staccandogli di netto un braccio. Seppur un attimo spaesato dal braccio mancante, Gohan si concede la gloria della vittoria, ringraziando il maestro e abbassando la guardia. Un terribile errore, poiché il braccio di Piccolo è pronto a colpirlo di spalle, ferendolo pesantemente.
E’ di nuovo il Gohan di un tempo, è vero, ma continua ad abbassare la guardia; una terribile abitudine sicuramente presa da suo padre. Dovrà imparare a mantenere costantemente la concentrazione e per fare ciò continueranno ad allenarsi finché avranno tempo.

 

Quella stessa sera, i due guerrieri si concedono finalmente una pausa per mangiare (la coda di un dinosauro che forse abbiamo già visto in passato). Osservando l’allievo attraverso il falò, Piccolo esprime il desiderio di continuare ad allenarlo, sicuro che Gohan abbia la possibilità di migliorarsi ben oltre quel potere attuale. Entusiasta dalla prospettiva di miglioramento, Gohan è pronto. Perché, già che ci sono, non mettono su qualche combo o attacco di coppia? Piccolo approva.

Intanto, in città, Yamcha continua a osservare il cielo in attesa di Goku. Col teletrasporto arriverà in men che non si dica per invitarlo a partecipare al Torneo del Potere. Il predone del deserto è pronto a tornare in campo!

Tutti i guerrieri Z sono pronti alla sfida che li attende: non restano che 9 ore e 30 minuti al Torneo del Potere!

Il prossimo appuntamento è previsto Domenica 7 Maggio 2017 con l’episodio 89: 「現れた謎の美女!天津飯道場の怪!?」, “Arriva una misteriosa bellezza! Misteri al Dojo dello Stile Tenshin?!“.

“Dragon Ball Super” è la prima serie inedita di Dragon Ball in 18 anni. Midquel di Dragon Ball Z, si posiziona tra la sconfitta di Majin Bu e il 28° Torneo Mondiale di Arti Marziali, comprendo il cosiddetto “decennio perduto”, i dieci anni di storia mai descritti dalla serie originale. L’anime viene trasmesso su FujiTV al ritmo di un episodio a settimana, ogni Domenica mattina in Giappone.
“Survival Universale” è il quinto arco narrativo della serie animata. L’Arco si basa sul cosiddetto “Torneo del Potere” un Torneo di Arti Marziali organizzato dai Sommi Zen’oh. La competizione chiama sul campo di combattimento 8 dei 12 Universi di cui è formato il Mondo, ciascuno rappresentato da 10 guerrieri scelti. L’evento, però, nasconde un terribile segreto: gli Universi sconfitti verranno eliminati, immediatamente. Il Torneo non sarà una semplice sfida, ma una lotta per la propria sopravvivenza.

Il sesto box home video giapponese ed il CD singolo dell’ending Boogie Back sono disponibili all’acquisto online. Non ci sono ancora informazioni sul CD singolo dell’opening.

14 Condivisioni

Related posts