News 

Quasi tutte le opere di Akira Toriyama”: 17 Aprile 2018

Prosegue lo speciale progetto introdotto dal Dragon Ball Official Site, il sito ufficiale della serie di Dragon Ball edito Shueisha: “Quasi tutte le opere di Akira Toriyama” (鳥山明ほぼ全仕事), una sezione che ospita raro materiale riguardante il maestro Toriyama, proponendo interviste, illustrazioni, character design et similia. Questa sezione viene aggiornata ogni giorno, ma mantiene i contenuti proposti per sole 24 ore. Rarità a tempo limitato!

Il post del 17 Aprile, sessantaseiesimo aggiornamento del progetto, ci riporta al 7 Dicembre 2006, ovvero all’uscita dell’edizione Xbox 360 del videogame “Blue Dragon” (ブルードラゴン Burū Doragon) in Giappone. Gioco di Ruolo Open World a turni sviluppato da Mistwalker e Artoon con la produzione Microsoft Game Studios, è stato ideato da Hironobu Sakaguchi, padre della serie Final Fantasy. La storia è ambientata nel Gran Regno, un mondo fantasy nei cui cieli sono improvvisamente comparse delle nuvole viola che hanno portato con sé macchine e tecnologie sconosciute, come la terrificante bestia nota col nome di Land Shark, che hanno distrutto interi villaggi e ucciso centinaia di innocenti. Per fermare questa atrocità, un gruppo di cinque ragazzi, Shu, Jiro, Kluke, Zola e Marumaro, si mette in viaggio per fermare il malvagio imperatore Nene, sovrano del Gran Regno, che scopriranno essere la causa di tutto. I cinque protagonisti sono Evocatori di Ombre, evocatori capaci di tramutare la propria ombra in potenti guerrieri; esseri dalle fattezze animalesche.

Il maestro Akira Toriyama collaborò attivamente alla produzione, realizzando il logo della serie, il design delle ambientazioni del Gran Regno e dei personaggi, e diverse immagini promozionali. Tra queste, il Dragon Ball Official Site ci mostra l’illustrazione di Shu e del suo Blue Dragon utilizzata per la box-art giapponese:

Essendo prodotto da Microsoft, Blue Dragon venne distribuito sia in Giappone che in occidente sulla sola console Xbox 360. In Giappone venne pubblicato in formato singolo e in bundle con la console Microsoft. In occidente giunse nell’Agosto 2007 e in solo formato singolo.

La serie si è sviluppata in un totale di tre titoli. Il secondo, Blue Dragon Plus, venne ambientato un anno dopo gli eventi del primo e proseguì l’avventura di Shu sempre in un format GDR a turni, arrivando nel Settembre 2008 su Nintendo DS con una grafica 2D sprite. Il terzo, Blue Dragon: Awakened Shadow, venne rilasciato nell’Ottobre 2009 sempre su Nintendo DS, ma offrì un GDR a scontri in tempo reale con una storia basata su un personaggio originale creato dal giocatore anziché Shu.

Dall’idea di Blue Dragon la Pierrot produsse due serie animate: la prima, Blue Dragon, divisa in 51 episodi trasmessi dall’Aprile 2007 al Marzo 2008; la seconda, Blue Dragon – Tankai no Shichi Ryuu, a sua volta divisa in 51 episodi trasmessi dall’Aprile 2008 al Marzo 2009. In Italia le due serie sono giunte col nome unico di Blue Dragon: la prima andata in onda a partire dall’Aprile 2009, la seconda dal Febbraio 2010. La serie condividono i personaggi e buona parte delle vicende del gioco.

Secondo prodotto ispirato dal videogame è il manga Blue Dragon Ral Ω Grad, una serie shounen scritta da Tsuneo Takano e disegnata da Takeshi Obata, artista di Hikaru no Go e Death Note. Il manga, a differenza dell’anime, si discosta abbastanza dalla storia originale.

Seguiremo attivamente il progetto del “Quasi tutte le opere di Akira Toriyama” e vi segnaleremo tutti i nuovi post introdotti giorno per giorno. Per i precedenti aggiornamenti, vi rimandiamo al nostro tag dedicato: DBOS Toriyama Project.

 

Fonte:

DRAGON BALL OFFICIAL SITE

Related posts