You are here
News 

Quasi tutte le opere di Akira Toriyama #205 – 8 Novembre 2018

Prosegue lo speciale progetto introdotto dal Dragon Ball Official Site, il sito ufficiale della serie di Dragon Ball edito Shueisha: “Quasi tutte le opere di Akira Toriyama” (鳥山明ほぼ全仕事), una sezione che ospita raro materiale riguardante il maestro Toriyama, proponendo interviste, illustrazioni, character design et similia. Questa sezione viene aggiornata (quasi) ogni giorno, ma mantiene i contenuti proposti per sole 24 ore. Rarità a tempo limitato!

Il post dell’8 Novembre, duecentocinquesimo aggiornamento del progetto, ci riporta tra l’Agosto e il Settembre 1983, ovvero all’uscita in Giappone dei due capitoli della mini-serie “Dragon Boy” (騎竜少年). Una trama il cui incipit, come ormai ben risaputo, è stato rielaborato dal maestro Toriyama per dar forma a quella che sarà la storia del primo arco narrativo di Dragon Ball.

Ci troviamo nel paese di Hsien, un eremo nascosto tra scoscese montagne. Qui vive Tangtong, un giovane atleta di arti marziali che si allena quotidianamente al fine di affinare le sue capacità. Un giorno il suo Maestro, riconoscendo i progressi dell’allievo, decide di affidargli una difficile ma importante missione: scortare la Principessa al Paese di Hua, suo paese natale in cui è finalmente tornata la pace. Come previsto, però, il viaggio non sarà certo esente di problemi e Tangtong dovrà affrontare le continue richieste della Principessa e nemici più o meno pericolosi, tra cui un piccolo demone trasformista… L’Official Site, per l’occasione, ci mostra una delle illustrazioni promozionali a colori realizzate dal maestro. L’artwork illustra Tangtong, la Principessa e il potente drago racchiuso nel Long Pao: il “Tesoro del Drago” che il Maestro affida a Tangtong come supporto nella sua avventura.

Leggendo la storia nella sua interezza potrete subito riconoscere i numerosi elementi che accomunano Dragon Boy al Dragon Ball che oggi conosciamo. Alcune modalità del viaggio, il susseguirsi degli eventi, l’aspetto e l’ordine di comparsa dei nemici, vari “Easter Egg” fino ai suoi protagonisti: Tangtong è subito associato al giovane Goku, così simile a lui nel carattere e a sua volta “abbandonato dai genitori”; la Principessa è una versione ben più viziata di Bulma; il Maestro (simile nell’aspetto a Taobaibai e capace di cavalcare una nuvola d’oro) è ricollegabile a quello che sarà il vecchio Muten; il Demone trasformista, con la sua figura minuta e il limite di tempo concessogli per rimanere trasformato, è un unione di ciò che poi saranno Pual e Olong.

L’edizione originale di Dragon Boy venne pubblicata sulla rivista Fresh Jump e successivamente inclusa nel secondo volume del Toriyama World (1988) e nel primo volume dell’Akira Toriyama – Menu à la Carte (2008). Entrambe le raccolte sono edite in Italia dalla casa editrice Star Comics dal 1999 e dal 2012.

 

Seguiremo attivamente il progetto e vi segnaleremo tutti i nuovi post introdotti giorno per giorno. Per i precedenti aggiornamenti, vi rimandiamo al nostro tag dedicato: DBOS Toriyama Project.

 

Fonte:

DRAGON BALL OFFICIAL SITE

Related posts

Leave a Comment