News 

Quasi tutte le opere di Akira Toriyama #230 – 14 Dicembre 2018

Prosegue lo speciale progetto introdotto dal Dragon Ball Official Site, il sito ufficiale della serie di Dragon Ball gestito da Shueisha: “Quasi tutte le opere di Akira Toriyama” (鳥山明ほぼ全仕事), una sezione che ospita raro materiale riguardante il maestro Toriyama, proponendo interviste, illustrazioni, character design et similia. Questa sezione viene aggiornata (quasi) ogni giorno, ma mantiene i contenuti proposti per sole 24 ore. Rarità a tempo limitato!

Il post del 14 Dicembre, duecento-trentesimo aggiornamento del progetto, ci riporta al 4 Settembre 1995, ovvero all’uscita in Giappone del “Dragon Ball Daizenshuu 3: TV Animation Part 1”, terzo volume della serie di guide ufficiali Daizenshuu dedicate al Dragon World. Questo particolare numero si concentrò sull’adattamento animato di Dragon Ball, coprendo gli eventi della prima serie e di metà Dragon Ball Z. La guida offre approfondimenti in merito alla produzione, alle sigle d’apertura e chiusura, eyecatch, episodi filler e un focus sulla storia dei Saiyan.

Così come gli altri tomi della collezione, anche il Daizenshuu 3 incluse come bonus materiale un inserto dei Shenlong Times: degli opuscoletti di appena 8 pagine con brevi interviste allo staff di produzione, Q&A al maestro e citazioni di autori e persone famose fan della serie. Il Shenlong Times #3 allegato al Daizenshuu 3 diede spazio a una nuova intervista ai vertici della produzione, seguendo poi con un nuovo episodio del “diario” in cui il maestro parlava della sua vita privata in quel periodo e rispondeva indirettamente ad alcune domande dei lettori. In questo episodio ci raccontò di quella volta che si prese una pausa dal lavoro e andò a Tokyo per incontrare una serie di “geniali idioti”.

“IO, IN QUESTI GIORNI”

Banner:
Il diligente, mezza-sega, gentile, ostile, allegro, musone, imperturbabile, irascibile, timido, perverso, silenzioso, sbruffone, che-nemmeno-lui-capisce-come-può-essere-così-contorto e bastardo “Io, in questi giorni” di Akira Toriyama.

La storia comincia col maestro chino sul suo piano di lavoro. A quei tempi stava passando più tempo a ingegnarsi su come rimodernare lo studio che a occuparsi delle tavole e delle illustrazioni. E infatti, parlando proprio di attività un po’ diverse dalla sua classica routine, in quei giorni si era recato a Tokyo per andare a far visita a Masakazu Katsura e Katsuya Terada (“Quegli idioti” – citando le ironiche parole di Toriyama – dotati di incredibile talento), con i quali ha poi incontrato il geniale scultore Takayuki Takeya-kun (il Kun è rispettoso e non “idiota” perché quello era il loro primo incontro). Un viaggio “fuori sede” davvero particolare per un tipo “anti-sociale” come il maestro, che raramente prende l’iniziativa di andare a trovare qualcuno… però per “quei tre giovani geniacci” ne vale la pena. Per lui è stimolante incontrare e chiacchierare con persone dotate di così particolari vene artistiche. E alla fine, con la storia del viaggio a Tokyo ormai conclusa e delle vignette ancora da occupare: “Non ho nient’altro di importante da raccontare! E’ per questo che continuo a ripetere che non voglio fare questo inserto!!”.

 

Seguiremo attivamente il progetto del “Quasi tutte le opere di Akira Toriyama” e vi segnaleremo tutti i nuovi post introdotti giorno per giorno. Per i precedenti aggiornamenti, vi rimandiamo al nostro tag dedicato: DBOS Toriyama Project.

 

Fonte:

DRAGON BALL OFFICIAL SITE

Related posts