News 

Quasi tutte le opere di Akira Toriyama #599 – 26 Giugno 2020

Prosegue lo speciale progetto introdotto dal Dragon Ball Official Site, il sito ufficiale della serie di Dragon Ball gestito da Shueisha: “Quasi tutte le opere di Akira Toriyama” (鳥山明ほぼ全仕事), una sezione che ospita raro materiale riguardante il maestro Toriyama, proponendo interviste, illustrazioni, character design et similia. Questa sezione viene aggiornata (quasi) ogni giorno, ma mantiene i contenuti proposti per sole 24 ore. Rarità a tempo limitato!

Il post del 26 Giugno 2020, cinquecento-novantanovesimo aggiornamento del progetto, ci riporta ancora una volta al 4 Settembre 1995, ovvero all’uscita in Giappone del “Dragon Ball Daizenshuu 3 – TV Animation Part 1”: terzo volume della serie di guide ufficiali Daizenshuu dedicate al Dragon World. Questo terzo numero si concentrò sull’adattamento animato di Dragon Ball, coprendo gli eventi della prima serie fino a metà Dragon Ball Z. La guida offre approfondimenti in merito alla produzione, alle sigle d’apertura e di chiusura, le eyecatch, gli episodi filler e un focus sulla storia dei Saiyan.

PRECEDENTI SEGNALAZIONI
. 346° opera: copertina del Daizenshuu 3
230° opera: inserto “Io, in questi giorni” – Shenlong Times n.3

Il maestro partecipò alla produzione della linea Daizenshuu non solo realizzando in prima persona le copertine dei sette volumi che compongono la collezione, ma anche fornendo interviste e aneddoti vari su Dragon Ball e la sua vita privata nel corso della serializzazione. Nella segnalazione odierna, l’Official Site si concentra sulla terza “Super Intervista” ad Akira Toriyama che in questo caso conclude il Daizenshuu 3; intervista che parla del lato più tecnico della produzione della serie animata e del coinvolgimento del maestro alla sua creazione. La segnalazione odierna si sofferma sulle prime domande del Q&A.

Q: Per questa terza Super Intervista, maestro, vorrei farle delle domande principalmente inerenti alla serie animata televisiva di DRAGON BALL (che da ora in poi abbrevieremo come “DB”). Innazitutto: lei segue l’anime di DB in TV?

Toriyama: Sì. Lo guardo mentre ceno e cose del genere, e con i miei bambini.

Q: E lo guarda con l’occhio dell’Autore o come un semplice spettatore?

Toriyama: Cerco di farlo come un semplice spettatore, ma inevitabilmente – anche se nel mentre sto mangiando – non riesco a non notare e pensare cose, come: “Ah, allora è così che hanno adattato [/ricreato] questa scena”. Quindi credo che in realtà il mio modo di approcciarmi sia leggermente diverso da quello di un semplice spettatore.

Q: La serie animata televisiva include diverse scene originali rispetto al manga. Quanto ha contribuito nella creazione di queste parti, maestro?

Toriyama: Per lo più erano idee arrivate a Toei Animation tramite il mio editor. E quando venivano mandate in onda altre scene originali [rispetto quelle che aveva suggerito, ndt] mi veniva sempre il batticuore. Mi dicevo: “Ah, anche questo genere di cose sono carine”.

Q: Aveva già in mente i vari dettagli delle storie originali per la serie animata? [lett: per gli eventi che non erano stati raccontati nel manga]

Toriyama: Su per giù. Avevo già alcune idee: sapevo che in alcuni momenti le cose sarebbero potute andare in un certo modo. Per esempio, quando la storia è improvvisamente saltata avanti di cinque anni pensavo: “Durante questi cinque anni, potrebbe essere successo qualcosa di simile…”.

Q: Ha contribuito anche per quanto riguarda i personaggi originali della serie animata?

Toriyama: Sì, abbastanza. Per esempio, mi dissero che volevano introdurre un altro personaggio nella parte in cui Goku si allenava sul pianeta di Kaioh [oltre Kaioh e Bubbles, ndt], così ho ideato Gregory.

 

Seguiremo attivamente il progetto e vi segnaleremo tutti i nuovi post introdotti giorno per giorno. Per i precedenti aggiornamenti, vi rimandiamo al nostro tag dedicato: DBOS Toriyama Project.

 

Fonte:

DRAGON BALL OFFICIAL SITE

Articoli correlati

Leave a Comment