News 

Quasi tutte le opere di Akira Toriyama #661 – 29 Settembre 2020 [AGGIORNAMENTO]

Prosegue lo speciale progetto introdotto dal Dragon Ball Official Site, il sito ufficiale della serie di Dragon Ball gestito da Shueisha: “Quasi tutte le opere di Akira Toriyama” (鳥山明ほぼ全仕事), una sezione che ospita raro materiale riguardante il maestro Toriyama, proponendo interviste, illustrazioni, character design et similia. Questa sezione viene aggiornata (quasi) ogni giorno, ma mantiene i contenuti proposti per sole 24 ore. Rarità a tempo limitato!

Il post del 29 Settembre 2020, seicento-sessantunesimo aggiornamento del progetto, ci riporta al Luglio 1989, ovvero all’uscita in Giappone dello speciale Dōjinshi ~ Neko Jūjisha to sono Yūjin-tachi ~ (動じん誌~猫十字社とその友人たち~ Neko Jūjisha e i suoi amici): raccolta di storie brevi appositamente create per l’occasione da vari artisti orientali amici e colleghi di Neko Jūjisha, autrice giapponese il cui vero nome è Toshinaga Morishima (o Rieko Morishima, secondo alcuni archivi).

Copertina ~ Neko Jūjisha to sono Yūjin-tachi ~

Tra i vari autori troviamo anche il nome di Akira Toriyama che per questo Volume diede forma a Rocky (ロッキー), one-shot di quattro pagine che racconta di Rokutarō Hatanaka: 36enne patito di macchine autoproclamatosi “Rocky” per la sua forza e la sua determinazione. Questi aspetti del suo carattere vengono però messi a dura prova quando l’uomo, correndo a tutta velocità per strada per dimostrare il suo carisma e il suo talento, finisce per essere vittima di un brusco incidente che distrugge la sua preziosa auto da corsa britannica. In ospedale, bendato dalla testa ai piedi, Rocky ha molto su cui riflettere…

Per questa prima segnalazione a tema, l’Official Site si sofferma sulla prima pagina del Capitolo, dove vediamo il burbero ma gentiluomo Rokutarō Hatanaka venir presentato al lettore.

Purtroppo Neko Jūjisha to sono Yūjin-tachi non è mai stato pubblicato fuori il Giappone. Inoltre, non essendo una pubblicazione edita Shueisha, ROCKY non è stato mai incluso nelle raccolte del maestro Toriyama o anche solo citato tra le sue opere “secondarie”. Ciò nonostante, troviamo un piccolo cameo di Rokutarō Hatanaka nell’artbook “Akira Toriyama: The World” (1990).

A pagina 92, per la precisione, troviamo qualche plausibile schizzo di ROCKY al fianco di altri bozzetti del maestro per altre sua storie, tra cui Dragon Ball, Wolf, Lady Red, Mister Ho e Karamaru.

Stando a quanto riportano diversi blog giapponesi, il maestro Toriyama venne coinvolto nel Dōjinshi perché Neko Jūjisha era una cara amica di sua moglie Nachi Mikami; anche lei autrice di fumetti.

▪️ NOTE DI ARTICOLO

La storia di ROCKY è affiancata da una leggenda metropolitana secondo cui questa one-shot sarebbe uno spin-off di Dr. Slump. Alcune scan facilmente recuperabili online mostrano infatti Rokutarō gareggiare contro la piccola robottina Arale Norimaki (protagonista di Dr. Slump) in una gara di velocità: la gara viene vinta da Arale che tra l’altro lancia in faccia a Rokutarō una cacca rosa, facendolo così sbandare e finire vittima di un incidente che anche in questo caso distrugge la sua vettura.

Questa leggenda metropolitana viene tutt’oggi sostenuta da numerosi siti e Wiki anche giapponesi, con blog e siti che citano la presenza di Arale e condividono le sopra citate scan come prova effettiva, sostenendo in alcuni casi che siano opera della stessa Neko Jūjisha. In reatà, queste famose tavole non solo che FAN-ART! Purtroppo ad oggi non conosciamo il nome dell’autore delle immagini, ma nel volume originale di Neko Jūjisha to sono Yūjin-tachi non si fa riferimento in alcun modo alla storia o ai personaggi di Dr. Slump.

Ringraziamo il preziosissimo supporto di HECTOR4, che ha gentilmente condiviso con noi le immagini della storia originale di ROCKY aiutandoci così a smentire definitivamente questa “leggenda”. Assicuratevi di seguire il suo profilo Twitter per un ricchissimo archivio di segnalazioni a tema Dragon Ball!

 

 

Seguiremo attivamente il progetto e vi segnaleremo tutti i nuovi post introdotti giorno per giorno. Per i precedenti aggiornamenti, vi rimandiamo al nostro tag dedicato: DBOS Toriyama Project.

 

Fonte:

DRAGON BALL OFFICIAL SITE

Articoli correlati

Leave a Comment