News 

Quasi tutte le opere di Akira Toriyama #715 – 16 Dicembre 2020

Prosegue lo speciale progetto Archivio introdotto dal Dragon Ball Official Site, il sito ufficiale della serie di Dragon Ball gestito da Shueisha: “Quasi tutte le opere di Akira Toriyama” (鳥山明ほぼ全仕事), una sezione che ci porta a rivivere la carriera del maestro tramite interviste, illustrazioni, character design, artwork originali et similia. Questa sezione viene aggiornata (quasi) ogni giorno, ma mantiene i contenuti proposti per sole 24 ore. Materiale a tempo limitato!

Il post del 16 Dicembre 2020, settecento-quindicesimo aggiornamento del progetto, ci riporta ancora una volta al 2011, ovvero alle varie uscite in Giappone di “Episode of Bardock” (エピソード オブ バーダック – Episodio di Bardock), spin-off what-if che racconta un finale alternativo dello Special Televisivo di Dragon Ball Z del 1990 in Italia noto principalmente col nome “Le Origini del Mito”.

In questa versione l’impatto con la Sfera Mortale di Freezer e la contemporanea esplosione del Pianeta Vegeta non hanno ucciso Bardock, bensì hanno prodotto un effetto che ha portato l’uomo indietro nel tempo, su un pianeta Vegeta ancora noto come Plant e non conquistato dai Saiyan. Qui Bardock avrà modo di conoscerne l’originaria razza abitante, per poi scontrarsi con Chilled: un antenato di Freezer. In quest’occasione la rabbia innescherà la trasformazione in Super Saiyan, dando inizio alla leggenda che giungerà nel corso degli anni fino a Freezer.

Episode of Bardock nasce come un manga di appena tre capitoli disegnato da Naho Ooishi (autrice di adattamenti come lo special “Ehilà! Son Goku e i suoi amici sono tornati!” del 2008 e il tutt’ora in corso rifacimento comico del manga originale “Dragon Ball SD”) e pubblicato dal Giugno 2011 all’Agosto 2011 sull’allora ancora mensile rivista Saikyō Jump.

Successivamente Toei Animation ne ha prodotto un adattamento animato di circa 20 minuti, proiettato il 17 – 18 Dicembre 2011 all’edizione di quell’anno del Jump Festa e accessibile via streaming online sul sito ufficiale Jump fino al 28 Dicembre 2011.

Così come per lo Special originale, Akira Toriyama non venne coinvolto nella produzione di Episodio di Bardock, il cui manga viene totalmente accreditato a Naho Ooishi, mentre lo Special animato vanta la regia di Yoshihiro Ueda, la sceneggiatura di Makoto Koyama, il character design dello storico animatore Tadayoshi Yamamuro e la produzione dell’editor Kazuhiko Torishima; allora direttore responsabile della rivista V-Jump. Ciò nonostante, Toriyama contribuì fornendo alcuni piccoli design.

PRECEDENTI SEGNALAZIONI:
EPISODE OF BARDOCK
▪️ Design di Chilled
▪️ Volume: Q&A di Akira Toriyama

In questa terza segnalazione il Site si sofferma sul secondo dei due design creati dal maestro: le immagini del piccolo Berry (ベリー) e del Dr. Ipana (イパナ), quest’ultimo occupatosi di Bardock dopo che è stato ritrovato “nel Passato” ferito e privo di sensi. Ricollegandosi al loro pianeta, Plant (プラント Pianta), i loro nomi dovrebbero essere un gioco di parole basato sulle piante o comunque sui frutti da pianta: Berry è una diretta trascrizione del termine Berī (ベリー), ovvero Bacca; Ipana è invece un plausibile anagramma estratto dal termine Painappuru (パイナップル), ovvero Ananas.

Il Site specifica che questo design venne pubblicato come Extra incluso nel Saikyō Jump Bonus DVD: cofanetto Home Video DVD allegato al numero Marzo-2012 di Saikyō Jump (3 Febbraio 2012) che riunì in un’unica uscita sia Episode of Bardock che lo special “Piano per la Distruzione dei Super Saiyan“. Le immagini di Ipana e Berry, oltre che di Chilled, sono state successivamente ristampate nel “Dragon Ball 30th Anniversary Super History Book” del 2016: volume guida e artbook ufficiale nato per celebrare il 30° anniversario di Dragon Ball.

In Giappone il manga di Episode of Bardock è stato adattato in un Volumetto Unico e distribuito il 4 Febbraio 2014 come omaggio allegato al numero Marzo-2014 di Saikyō Jump. A livello internazionale il manga è ancora inedito, mentre lo Special è stato proposto come bonus aggiuntivo del videogame per Xbox 360 Dragon Ball Z Kinect, per il quale è stato sottotitolato in più lingue; italiano compreso.

 

Seguiremo attivamente il progetto del “Quasi tutte le opere di Akira Toriyama” e vi segnaleremo tutti i nuovi post introdotti giorno per giorno. Per i precedenti aggiornamenti, vi rimandiamo al nostro tag dedicato: DBOS Toriyama Artwork.

 

Fonte:

DRAGON BALL OFFICIAL SITE

Articoli correlati

Leave a Comment