News 

Quasi tutte le opere di Akira Toriyama #694 – 16 Novembre 2020

Prosegue lo speciale progetto Archivio introdotto dal Dragon Ball Official Site, il sito ufficiale della serie di Dragon Ball gestito da Shueisha: “Quasi tutte le opere di Akira Toriyama” (鳥山明ほぼ全仕事), una sezione che ci porta a rivivere la carriera del maestro tramite interviste, illustrazioni, character design, artwork originali et similia. Questa sezione viene aggiornata (quasi) ogni giorno, ma mantiene i contenuti proposti per sole 24 ore. Materiale a tempo limitato!

Il post del 16 Novembre 2020, seicento-novantaquattresimo aggiornamento del progetto, ci riporta ancora una volta al 16 Novembre 2017, ovvero all’uscita in Giappone dell’espansione “5000-nen no Tabiji Harukanaru Furusato” (ドラゴンクエストX 5000年の旅路 遥かなる故郷へ – Dragon Quest X Online: Un viaggio di 5000 anni verso la remota città natale) del videogame multi-piattaforma Dragon Quest X. Il titolo fa parte della lunghissima line-up della storica serie Dragon Quest ed è il decimo uscito per la linea narrativa principale, seppur venga principalmente ricordato come il primo episodio del franchise ad essere totalmente online.

La storia base è ambientata nel mondo di Astoltia, dove il giocatore inizia la sua avventura nelle vesti di un umano: un giovane orfano che vive pacificamente nel villaggio di Etene. Tuttavia, l’improvviso attacco di Negel, il Signore degli Inferi, trasferisce la sua anima in un santuario dove verrà collegata – a discrezione della scelta del giocatore – al corpo di un guerriero tra le sei razze disponibili: Umani, Orchi, Elfi, Nani, Puklipo e Weddie. Utilizzando i nuovi poteri e abilità ora a sua disposizione, l’Eroe viaggerà per i regni di Astoltia alla ricerca dei sacri emblemi che gli apriranno le porte della fortezza di Negel.

“5000-nen no Tabiji Harukanaru Furusato”, terza espansione di gioco anche nota col nome di Versione 4, si posiziona in seguito alla conclusione della storyline principale e vede l’Eroe venir improvvisamente teletrasportato via dalla sua città natale verso un luogo tetro e oscuro. Per sua fortuna non sarà solo e avrà al suo fianco Kyururu (キュルル): una creatura magica capace di viaggiare tra i Mondi. Supportato dalla magia di quest’esserino, l’Eroe dovrà compiere un lungo viaggio al fine di tornare a casa, incrociando il proprio cammino con nuovi alleati e nemici.

PRECEDENTI SEGNALAZIONI:
DRAGON QUEST X
▪️ Gioco base BOX-Art edizione Wii
▪️ Gioco base Design classe Umano, maschio
▪️ Versione 2 Design di Anlucia
▪️ Versione 3 Visual-art promozionale
▪️ Versione 3 Design della Tribù del Drago
▪️ Versione 4 Visual-art promozionale
▪️ Versione 4 Design di Kyururu
▪️ Versione 5 Visual-art promozionale

Come abbiamo già avuto modo di approfondire in precedenti aggiornamenti dedicati al franchise di Dragon Quest, Akira Toriyama ha collaborato attivamente alla produzione della serie fin dal suo primo episodio del 1986, lavorando come illustratore e character designer dei personaggi principali e dei loro nemici.

In questa terza segnalazione dedicata alla Versione 4 di Dragon Quest X, il Site si sofferma sul character design di Padre (パドレ, diretta riproduzione del termine italiano / spagnolo), anche noto come lo Spadaccino in Nero (黒衣の剣士): un misterioso e talentuoso spadaccino che si scoprirà essere il fratello del re Domineus del Regno di Etene a cui è stato fatto il lavaggio del cervello, trasformandolo in una figura oscura che il giocatore dovrà salvare. Come appunta il Site, il suo ruolo negativo e la sua nobiltà d’origine combaciano perfettamente nel design del maestro Toriyama.

Seguendo la prima pubblicazione su Wii nel 2012, Dragon Quest X ha ricevuto nel corso degli anni una serie di conversioni che l’hanno trasformato in un videogame multipiattaforma: Wii U dal 30 Marzo 2013, PC dal 26 Settembre 2013, Nintendo 3DS dal 4 Settembre 2014, PlayStation 4 dal 17 Agosto 2017 e Nintendo Switch dal 21 Settembre 2017. Disponibile è anche una versione mobile, acquistabile sui sistemi iOS e Android dal 16 Dicembre 2013. I server sono tutt’ora accessibili, ma limitati al solo territorio giapponese.

 

Seguiremo attivamente il progetto del “Quasi tutte le opere di Akira Toriyama” e vi segnaleremo tutti i nuovi post introdotti giorno per giorno. Per i precedenti aggiornamenti, vi rimandiamo al nostro tag dedicato: DBOS Toriyama Artwork.

 

Fonte:

DRAGON BALL OFFICIAL SITE

Articoli correlati

Leave a Comment